Leucemia mieloide acuta

a cura di F. Ferrara, A. Candoni

La leucemia mieloide acuta (LAM) è una proliferazione clonale di cellule staminali ematopoietiche, con differenziazione bloccata o gravemente compromessa e progressivo accumulo di cellule patologiche (blasti), in vario stadio di incompleta maturazione, con conseguenti alterazioni nel sangue periferico (citopenia e/o leucocitosi di varia entità). Le manifestazioni cliniche più comuni includono sintomi da anemia (astenia e dispnea da sforzo), neutropenia (infezioni) e trombocitopenia (emorragie), che sono generalmente presenti al momento della diagnosi e durante il decorso della malattia. In assenza di terapia la LAM conduce a morte in un tempo variabile da pochi giorni a pochi mesi. La LAM può insorgere “de novo” o dopo una precedente malattia ematologica, nella maggior parte dei casi dopo una precedente sindrome mielodisplastica (SMD) o, meno frequentemente, una malattia mieloproliferativa cronica (MPD), come una mielofibrosi idiopatica, policitemia vera o trombocitemia essenziale (Ferrara F, Schiffer CA, 2013). Inoltre, una LAM può svilupparsi in pazienti con esposizione nota ad agenti mutageni (generalmente chemio e/o radioterapia per antecedenti neoplasie); In questi casi viene definita “LAM therapy-related” (Godley LA, Larson RA, 2008; Feldman EJ, 2011). - Leggi tutto


News


Approfondimenti


×
Registrati
  • Registrati a Ematologia in Progress per poter continuare la navigazione

    Vai al modulo di iscrizione.

    Sei già iscritto a Ematologia in Progress? Accedi ora.

  • Sei già iscritto a Ematologia in Progress?

    → ISCRIVITI

    → ACCEDI

    Attenzione: Ematologia in Progress è strettamente riservato a un pubblico di addetti ai lavori:

    Medici, Specialisti, Specializzandi, Biologi, Studenti di Medicina.

    Proseguendo nella navigazione auto-certifichi di appartenere a una delle suddette categorie.