Archivio | > Approfondimenti RSS feed for this section

Farmaci target della via di segnalazione del B-Cell Receptor nei linfomi

Molte vie di segnalazione che partono dal B-cell receptor (BCR) sono coinvolte nell’attivazione, proliferazione e sopravvivenza dei linfociti B normali e patologici (Young RM, 2013). L’attivazione del BCR a seguito del legame con l’antigene determina la fosforilazione di ...

Leggi 0 Comments

Linfomi non Hodgkin altamente aggressivi: double- e triple-hit lymphomas

La classificazione WHO 2008 ha identificato una categoria di linfomi non Hodgkin aggressivi, definiti linfomi non classificabili con caratteristiche intermedie tra il linfoma B diffuso a grandi cellule e il linfoma di Burkitt (da qui in poi BL-INT).  In molti ...

Leggi 0 Comments

Il ruolo della PET nella diagnosi e nel monitoraggio dei linfomi non Hodgkin

La diagnostica radiologica convenzionale, in particolar modo la TAC, rappresenta la metodica di imaging più utilizzata nella stadiazione e nel follow-up dei pazienti con NHL. Tuttavia, l’impiego della radiologia convenzionale per la valutazione della risposta alla terapia presenta dei limiti, ...

Leggi 0 Comments

Ruolo della bendamustina nel trattamento dei linfomi non Hodgkin

La bendamustina è un agente chemioterapico che presenta caratteristiche biochimiche e meccanismo d’azione distinti rispetto agli altri farmaci citotossici. La molecola di bendamustina è formata da un gruppo mecloretaminico, correlato chimicamente a quello di altri agenti alchilanti (clorambucil, ciclofosfamide), e ...

Leggi 0 Comments

Linfoma B diffuso a grandi cellule – Prof. Umberto Vitolo

...

Leggi 0 Comments

Trattamento dei linfomi non Hodgkin nei pazienti anziani e unfit

L’Italia è tra i Paesi al mondo con la più lunga aspettativa di vita alla nascita. L’età media della popolazione italiana è attualmente di circa 44 anni ed è proiettata ad aumentare nei prossimi anni per effetto della maggior longevità: ...

Leggi 0 Comments

Terapia di mantenimento con rituximab nei linfomi non Hodgkin B

L’introduzione dell’anticorpo monoclonale Rituximab ha prodotto importanti progressi nel trattamento dei linfomi B sia in prima linea che in recidiva. Nonostante il significativo miglioramento della PFS e della sopravvivenza, la maggior parte dei pazienti con linfoma follicolare e con linfoma ...

Leggi 0 Comments

Il ruolo della citofluorimetria nella diagnostica dei linfomi non Hodgkin

La metodica di elezione per la diagnosi dei linfomi non Hodgkin è rappresentata dall’analisi immunoistologica di adeguati preparati bioptici prelevati da localizzazioni linfonodali o sedi extranodali. Tuttavia, non sono pochi i casi in cui l’esame citofluorimetrico di popolazioni cellulari del ...

Leggi 0 Comments

Utilizzo di rituximab nei pazienti con infezione da virus dell’epatite B

La riacutizzazione dell’infezione da virus dell’epatite B (HBV) in corso di immunosoppressione rappresenta un problema ancora attuale: nonostante la vaccinazione obbligatoria dei nuovi nati, vi sono ancora in Italia quasi 1 milione di portatori cronici di HBV, specie nella fascia ...

Leggi 0 Comments

Il trapianto di cellule staminali emopoietiche nei linfomi non Hodgkin

I dati del gruppo europeo EBMT evidenziano come i linfomi non Hodgkin rappresentino attualmente la più frequente indicazione al trapianto di cellule staminali emopoietiche (Ljungman P et al, 2010)PubMed . Nella maggior parte dei pazienti viene utilizzato il ...

Leggi 0 Comments
f21ddaf36d
/wp-admin/options-general.php?page=emc2-popup-disclaimer/emc2pdc-admin.php
364ff08490
875
1
Accept
Decline
http://google.ca
1

ATTENZIONE

 

I contenuti di Ematologia in progress

sono riservati ad un pubblico appartenente alla classe medica,

Specialisti in medicina, Studenti di medicina e addetti ai lavori.

 

Proseguendo nella navigazione autocertifico di appartenere a una delle suddette categorie.

 

Accept Decline